Scegliere le parole chiave più utili al tuo sito.

Durante gli incontri di studio per la realizzazione di siti web e campagne di comunicazione, ci domandiamo sempre quali sono le parole chiave per le quali vogliamo rendere visibile il nostro sito o landing page sui motori di ricerca.
Abbiamo parlato dell'argomento anche nell'articolo: La formula certificata per aumentare la visibilità del tuo sito web...

La scelta di parole chiave non riguarda solo il sito web in generale, ma anche le singole pagine interne che possono essere articoli editoriali, aggiornamenti circa la propria attività, approfondimenti sui servizi offerti, ecc.

Le strategie che andremo a scoprire si adattano a tutti quei casi in cui dobbiamo realizzare un copy (ovvero del testo scritto) che possa essere considerato dai motori di ricerca pertinente alle esigenze di chi cerca informazioni su internet.

Prima di proseguire è comunque opportuno ricordare che gli algoritmi dei motori di ricerca hanno numerosi parametri che tengono in considerazione nella valutazione di un pagina.
Uno di questi è la percentuale di utenti che, dopo aver selezionato la vostra pagina nell'elenco proposto, tornano indietro dopo pochi secondi.
Si chiama tecnicamente "frequenza di rimbalzo" (baunce rate)

Gli algoritmi ipotizzano (ragionevolmente) che tale comportamento sia indice di poca pertinenza della pagina rispetto alle esigenze del navigatore, abbassando quindi il posizionamento della pagina. Al contrario se l'utente si sofferma per molto tempo sulle informazioni che mettete a disposizione, la pagina guadagnerà consenso.

Questa informazione ci permette di capire che, nel rispetto delle parole chiave scelte, il testo della nostra pagina deve essere interessante, originale e prevedere un tempo di lettura di almeno 30 secondi; meglio un paio di minuti.
Si consideri che le pagine ai primi posti nei motori di ricerca (con parole attuali e rilevanti) hanno statisticamente un tempo medio di permanenza sulla pagina di oltre 10 minuti.

Dopo queste doverose premesse, passiamo alla pratica.

Come scegliere le parole chiave del nostro sito web?

Per comprendere la strategia utilizzeremo un caso di studio che abbiamo recentemente affrontato per definire quale dovesse essere il miglior posizionamento di un sito web che voglia attirare interesse per il soggiorno estivo nei pressi di Tropea.

Sicuramente il parametro principale di ricerca è proprio il luogo in cui si trova la struttura e che tendenzialmente verrà utilizzato da chi cerca un alloggio.
Ma esattamente quale luogo centrare come principale parola chiave? 

Le opzioni che abbiamo voluto testare sono state:
Tropea, Capo Vaticano, Ricadi e Costa degli Dei.

Come fare il test? Esiste un utile strumento di Google (ne esiste uno per ogni motore di ricerca) che ci permette di comprendere quanto le singole parole vengano ricercate in rete.
Si chiama Google Trends.


Esaminiamo ora passo passo quali informazioni possiamo trarre da questo rapporto.

immagine 1
Come è possibile visionare nell'immagine 1, abbiamo esaminato le ricerche effettuate in Italia nel periodo che va dal 1 gennaio 2015 ad oggi (14 giugno 2017)

Ci accorgiamo subito, ancor prima di esaminare i dati nel dettaglio, che siamo in ritardo; infatti tutte le parole analizzate si trovano in un periodo avanzato di ascesa, pertanto sarà difficile, nel breve tempo, scalzare dalle prime posizioni chi è riuscito già a ottenere un elevato numero di visualizzazioni. Sarebbe stato opportuno pianificare l'operazione ad ottobre così da avere 4 mesi "calmi" di tempo per migliorare il nostro ranking (valutazione)

Con un approfondimento di analisi verifichiamo che le ricerche si concentrano nettamente sulla parola Tropea. La nostra struttura si trova tuttavia a Capo Vaticano. Che fare?

Consideriamo che un primo dubbio può essere risolto.
Se inizialmente avevamo ipotizzato di puntare molto sul fatto che la struttura si trovasse sulla "Costa degli Dei", possiamo certamente cambiare direzione. La parola "Capo Vaticano" ha un tasso di ricerca nettamente superiore, anche rispetto alla limitrofa Ricadi.

Se da un lato scegliamo come parola chiave del luogo "Capo Vaticano", essendo effettivamente la struttura posizionata in quel comune, non possiamo rinunciare alla mole di persone che ricerca la parola Tropea.
La soluzione proposta è quella di realizzare una serie di editoriali o approfondimenti che mettano in risalto il rapporto fra Capo Vaticano a Tropea.
Il rapporto potrà essere declinato sotto diverse forme promozionali:
  • Capo Vaticano è vicino a Tropea
  • Capo Vaticano è meno caotica di Tropea
  • Capo Vaticano ha le spiagge più pulite rispetto a Tropea,
  • Ecc.
Queste formule (se ne potrà scegliere una o più) renderanno il nostro sito visibile anche a chi cerca Tropea, riuscendo a cogliere qualche interessato che potrebbe optare per la nostra soluzione.

immagine 2

Proseguendo il report fornito da Google Trends (immagine 2) possiamo verificare da quali regioni d'Italia (o Paesi nel mondo in base ai parametri impostati) provengono le ricerche.

Questo ci consente di scoprire che la regione che maggiormente compie ricerche con le parole di studio è proprio la Calabria a seguire Basilicata e Campania.
Questa informazione potrebbe non essere molto rilevante in fase di realizzazione del sito, ma è molto utile qualora si decidesse di effettuare campagne pubblicitarie a pagamento.

Di rilevante importanza sono le tabelle di query associate che questo strumento ci mette a disposizione. Vengono infatti messe in relazione le parole di studio con altri termini.
Scopriamo così che la parola Tropea viene frequentemente abbinata alle parole:
  • hotel
  • calabria
  • mare
  • villaggio
  • meteo
  • cipolle
  • villaggi
  • resort
  • vacanze
  • baia
  • capo vaticano
  • residence
  • spiagge
  • b&b
  • booking
Un primo incoraggiamento proviene dal notare che la parola "Capo Vaticano" frequentemente viene abbinata alla parola "Tropea", rendendo la strategia ipotizzata al punto precedente ancora più vantaggiosa.
Inoltre ci vengono forniti una serie di spunti per la realizzazione di articoli o approfondimenti che mettano in relazione la nostra struttura alle parole più frequentemente abbinate.

Ancora più in basso ci vengono forniti gli abbinamenti con la parola "Capo Vaticano":
  • hotel
  • tropea
  • villaggio
  • calabria
  • resort
  • mare
  • villaggi
  • residence
  • meteo
  • spiaggia
  • grotticelle
  • santa maria
  • thalasso
  • il gabbiano
  • sunshine
  • faro
  • baia del sole
  • eden village
  • mappa
  • la bussola
Questi abbinamenti sono per noi molto più importanti.
Molte delle parole sono similari a quelle ricercate per la parola Tropea e la cosa ci torna utile per la realizzazione dei nostri approfondimenti.
Scegliamo di definire la nostra struttura un "residence" oltre che una "casa vacanze", visto che la parola residence è molto più frequentemente usata in abbinamento.
Infine notiamo che vi sono nomi di altre strutture (probabilmente concorrenti) che vengono abbinate alla nostra chiave. Proponiamo quindi di fare uno studio accurato per adeguare la nostra strategia di comunicazione on line e off line.

Il quadro a questo punto inizia ad essere molto più chiaro che all'inizio del nostro studio.
Saranno necessari ulteriori approfondimenti continuando ad usare Google Trends e altri strumenti professionali, ma quantomeno adesso abbiamo idea delle ricerche che vengono effettuate nel campo di nostro interesse o inerente l'approfondimento che stiamo per scrivere.

Take-Home Message
Quando state scrivendo un articolo, un approfondimento o altro, cercate attraverso lo strumento Google Trends delle parole chiave che ritenete prioritarie (sinonimi). Confrontate e verificate quale sia la parola più usata. Concentrate la vostra attenzione proprio su quella parola abbinandola alle parole più frequentemente correlate.

Chiudiamo con due chicche

Chicca n. 1: Formule a pagamento e pagine personalizzate
Qualora decidiate di iniziare una campagna promozionale sul web questi parametri forniti da questo eccezionale strumento messo a disposizione da Gogole, vanno tenuti in seria considerazione, infatti è preferibile creare delle landing page personalizzate che si rivolgano direttamente alle esigenze dell'utente che ha fatto la ricerca.
È giusto impostare una pagina generica per chi fa la ricerca su alloggi a Capo Vaticano, ma dovremmo pensare di creare qualcosa di dedicato a chi fa la medesima ricerca dalla Campania o dalla Basilicata, visto che sono le regioni maggiormente interessate.
Precisiamo che per chi effettua campagne promozionali esistono strumenti molto più efficienti per definire le migliori parole chiave (KeywordPlanner)

Chicca n. 2: La magia della parola "Gratis"
Usare la parola "gratis" è sempre giusto.



Chi volesse approfondire questi argomenti può contattarci. 

CONTATTI

Share on Google Plus