In estate condividete con saggezza


Con le tante app a disposizione per i nostri smartphone, per condividere foto, sarà irresistibile non pubblicare su Facebook, Instagram e Twitter le foto delle nostre vacanze. Inoltre è ormai possibile, e in alcuni casi anche automatico, geolocalizzare la posizione in cui è stata scattata quella splendida foto che ha immortalato un momento meraviglioso, o se questo non è possibile, scriviamo noi stessi nella descrizione l’indirizzo esatto dell’hotel o del ristorante dove siamo in quel preciso momento.

ATTENZIONE: La prossima volta, prima di cliccare su ‘Condividi’ con lo smartphone, tieni a mente i possibili rischi che si corrono operando questa pratica.
  1. Tanto per cominciare, si tenga presente, che le informazioni di localizzazione possano essere accessibili anche a persone che non conosci o di cui non ti fidi. Quindi massima attenzione alle cerchie usate per la condivisione.
    Ma ulteriori precauzioni devono essere prese se i tuoi account di Instagram e Foursquare sono collegati a quello di Twitter, in modo tale che i tuoi contenuti siano pubblicati contemporaneamente su tutte e tre le piattaforme, in questo caso chiunque sia su Twitter può sapere esattamente la tua posizione: Twitter è una piattaforma aperta, pertanto chiunque può decidere di seguire o leggere i tweet di chiunque, tra cui i potenziali ladri.
  2. Se ti trovi in spiaggia, evidentemente non sei a casa. Eventuali malintenzionati questo lo sanno perfettamente.
    Considera che oggi non ci vuole poi molto a scoprire dove abiti, soprattutto se ti è capitato in precedenza di indicare la tua posizione e il tuo indirizzo di casa o se non hai prestato la giusta attenzione nel condividere questo genere di dati su Facebook. Infine non dimendichiamo che si internet esistono le Pagine Bianche, basta fare una ricerca mirata per ottenere tantissime informazioni.
  3. Se devi condividere condividi questa informazione con i tuoi figli o con le persone più giovani.
    Bambini e ragazzi spesso geolocalizzano la propria posizione con molta tranquillità, ad esempio,  scattano una foto in cui sono con gli amici in piscina, al centro commerciale o a casa. Pubblicando queste foto senza la dovuta cautela, i ragazzi si espongono ai tanti malintenzionati che ci sono online i quali sapranno, minuto per minuto, dove si trovano.
Con questo articolo, non si vogliono demonizzare queste app, che sono per alcuni versi molto utili, ma è necessario prendere le dovute precauzioni. 

  • Ricorda quindi di condividere certe informazioni solo con una cerchia ristretta di amici.
  • Usa con estrema cautela, o anche mai le funzionalità di localizzazione di app come Instagram, Twitter o Facebook.
  • Se hai figli, spiega loro come utilizzare correttamente queste funzionalità, concentrandoti sui rischi che corrono nel condiviere informazioni personali sui social network, soprattutto quelle riguardanti la propria posizione.
Share on Google Plus