Il sito aziendale non serve a niente...

Se il visitatore non trova in pochi clic quello che cerca, il tuo sito web aziendale non serve a niente.
Recentemente un nuovo cliente ci ha chiesto perché i suoi due siti aziendali non ottenevano i risultati sperati.
L’analisi effettuata sui questi siti specifici, ma sopratutto l'esperienza di molti casi simili, ci ha spinto a scrivere questo articolo.

La prima domanda da porsi è a cosa servano i siti aziendali.
Molti operatori del web (e quindi anche i loro clienti) pensano che la presenza sul web serva a presentare l'azienda, perché essere sul web ormai è necessario, per vendere o altre fesserie di questo genere.

La risposta corretta è solo una.
Parliamoci chiaro ad una azienda interessa solo una cosa:

Consolidare i clienti già acquisiti e conquistarne di nuovi  

Tutto il resto è una conseguenza, non l'obbiettivo principale, ma questo non lo capisce nessuno.

Molte aziende arrivano a spendere 2000-3000 euro o più (guarda le nostre proposte) per farsi fare un sito aziendale tutto bello lampeggiante o con effetti particolari, “fichissimi”,  e altre amenità di questo genere, solo per la vanità di programmatori che vogliono dimostrare quanto sono bravi (dimostrando invece che non sono bravi per niente)

Quante volte vi capita di non riuscire a capire in breve tempo cosa offra un sito web, dove sia il form di contatto, dove si trovino le risposte alle vostre domande.
Un navigatore che capita su un sito ci rimane circa 5 – 7 secondi per capire se gli è utile oppure no, se il sito non è strutturato per dare subito le risposte che si cercano, il cliente è perso.

Ecco allora qualche consiglio per il tuo sito aziendale

  1. Pretendi un sezione news nel tuo sito aziendale. Gli aggiornamenti fanno guadagnare posizionamento al tuo sito, sarà più facile interagire con le necessità del tuo pubblico, comunicherai che la tua azienda è dinamica e sempre aggiornata, con persone vere che stanno dietro al sito
  2. Rendi più semplice possibile l’esperienza dell’utente: metti in chiaro cosa proponi utilizzando un linguaggio diretto e semplice.
  3. Per il tuo sito preferisci la competenza dei professionisti alle soluzioni fai da te. La loro esperienza ti consentirà di avere un sito “for dummies” (cioè a prova di stupido).
    Non valutare mai l'usabilità del sito in base alle tue conoscenze, mettiti sempre nei panni di chi ne sa davvero poco
Share on Google Plus