Adobe Flash sul viale del tramonto

Adobe Flash, il plug-in amato dai fruitori di pagine web, ma odiato dai programmatori, ha da tempo imboccato il viale del tramonto.
Ulteriore spinta in questo senso è stata data da Google.

Il colosso del motori di ricerca e dell'ADV on line, ha deciso di bloccare automaticamente tutta la pubblicità realizzata in Flash nel suo browser Chrome. A partire dal 1 settembre tutte le promozioni realizzate in Flash, non verranno visualizzate in automatico, ma richiederanno l'esplicita autorizzazione dell'utente.

Questo comportamento sortirà molteplici vantaggi, non ultimi risparmiare la carica della batteria e cicli di CPU.

La maggior parte degli utenti, potrebbero abbandonare Flash già da subito, se non fosse che alcuni fornitori di servizi, fra cui diverse testate giornalistiche e lo stesso Facebook, continuano ad utilizzare questa tecnologia per la riproduzione dei propri video.
Speriamo che questo stato di cose cambi presto, e che la mossa di Google sia un apri pista per gli altri colossi del web, per abbandonare questo plug-in ormai troppo obsoleto.

Flash è stato afflitto da problemi nel corso degli anni che vanno dal scarse prestazioni a una dose massiccia di buchi di sicurezza.

Chrome verrà aggiornato automaticamente alla nuova versione (la 42).
Share on Google Plus