Perché misurare i Social Network?


In più occasioni abbiamo avuto modo di concentrarci sull'importanza dei social media nelle nuove strategie di marketing.
Ma benché sia semplice calcolare il "raggio di azione" raggiunto dal nostro social marketing è invece più difficoltoso calcolare il ROI, ovvero quanti degli utenti internet che visualizzano o interagiscono con le nostre notizie, video o immagini si trasformano poi in clienti.

In premessa è necessario però ammettere che questa difficoltà non si è mai percepita nelle classiche campagne pubblicitarie televisive, radiofoniche o su giornali, mentre sembra di indispensabile utilità nel mondo altamente analitico del computer. Tuttavia chi sa cercare può ugualmente studiare e analizzare tanti dati utili per avere una contezza oggettiva dei risultati reali del vostro Social Marketing.

Ma è veramente utile calcolare questi dati o possiamo semplicemente cullarci nell'idea che il Social Marketing serve principalmente a rafforzare il Brand?
Ci sono almeno quattro buone ragioni per definire il più possibile accuratamente i risultati di una campagna sociale.

1) Ad un certo punto nella vita di ogni azienda, ci sarà la necessità finanziaria di abbattere i costi generali. L'esperienza ci insegna che la bolla scoppia sempre, almeno in una libera economia, e quando ciò accade l'attualissima spending review valuterà tutti i settori aziendali sotto lo sguardo gelido dei numeri. Dobbiamo tagliare o non tagliare? Il giorno della resa dei conti definisce il "valore economico implicito" di ogni sforzo. Il Social Media Marketing sarà sottoposto a verifica nella stessa misura del receptionist o del "free WiFi", in generale saranno valutate una serie di attività normalmente non associabile ad un foglio di calcolo. Come giustificare quindi i finanziamenti che riceve il settore Social? Sarà meglio essere in grado di dimostrare il valore di business con elementi oggettivi, piuttosto che ammettere la difficoltà di reperimento di questi dati.

2) Figlia della precedente motivazione è la più immediata verifica dell'utilità del Social Marketing.
Facciamo un esempio pratico con una media azienda in salute, considerando un professionista che si occupa a tempo pieno del volto sociale dell'azienda, con un costo dovuto allo stipendio di circa 25.000 € l'anno, a cui va aggiunto un costo per gli uffici, la tecnologia, i costi condivisi e le spese generali pari ad altri 5.000 €.
Siamo disposti a spendere 30.000 € senza conoscere i risultati di questo lavoro?

3) Se non si misura, come si a sapere se si stanno facendo progressi? Non basta dire che "funziona solo perché so che funziona". Questa frase può andare bene per un imprenditore singolo che ha personale fiducia in voi, ma non certo per un consiglio di amministrazione.

4) Non ci sono scuse per non misurare. Non sto sostenendo che ogni sforzo sui social media ha un ROI dimostrabile. Sono un tipo pratico. Ma non c'è scusa per non tenere traccia almeno delle metriche principali che contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi della vostra azienda.
Share on Google Plus